lunedì 23 aprile 2018

Pappardelle al ragù di agnello e L'Atto delle cantine del Notaio 2015

Ciao a tutti, oggi vi parlerò di un vino. 
In particolare trattasi del
L' ho voluto abbinare con un primo e per l'esattezza, con le pappardelle fresche all'uovo 
e ragù di agnello.

L'ATTO 2015
PREMIATO CON "MEDAGLIA D'ARGENTO" AL "SOMMELIER WINE AWARD" - ANNO 2017
Il colore è Rosso rubino. Al naso presenta sentori di marasca e prugna mature con accenni speziati. Al gusto le note di frutta, i tannini levigati e una piacevole freschezza ne fanno un vino pieno e persistente.
 Aglianico del Vulture in purezza va servito a una temperatura di 16-19 °C. 
Ottimo con bolliti e zuppe, primi piatti conditi con sugi di carne e formaggi di media stagionatura.


Uve: 100% Aglianico del Vulture
Vendemmia: manuale in cassetta nella prima decade di ottobre quando il processo di maturazione è nella fase iniziale.
Vinificazione: macerazione di circa 5-6 giorni e vinificazione a temperatura controllata in acciaio inox.
Maturazione: in grotte naturali di tufo vulcanico, in carati o tonneaux di rovere francese, per un periodo di almeno 12 mesi.
Alcool: 14,00% circa
Esame organolettico: 
Colore: Rosso rubino intenso.
Profumo: al naso ha sentori di frutti rossi freschi con accenni speziati.
Sapore: in bocca è ricco, pieno, con tannini molto fini che conferiscono lunghezza e persistenza. Fresco, piacevole, fragrante, ha una bella struttura ed un finale pieno che ricorda la frutta fresca.
Abbinamenti: Ottimo con bolliti e zuppe, primi piatti conditi con sughi di carne e formaggi di media stagionatura.
Temperatura di Servizio: servire a temperatura ambiente, intorno a 16-18°C.
Formati: 0.375 L e 0.75 L

Questo non è solo un vino! 

Esattamente è quello che ho pensato al primo sorso, dopo avere fatto ossigenare il vino in calici di cristallo al piombo che come uno strumento musicale emettono un suono fantastico e a cui teniamo  tantissimo io e mio marito! 
Molte delle mie conoscenze in fattore di vini e tecniche di degustazione le devo proprio a lui che per parecchi  anni ha lavorato con i vini.
Leggendo la storia di questa azienda e degustando questo vino, mi sono resa conto di come, oltre ad avere tramandato da generazioni una profonda conoscenza e amore per la viticoltura, sia stata tramandata l'anima e l'amore per qualcosa che va oltre. E' un fattore genetico oltre che ereditario. Una poesia affascinante, una vera arte. 
Una storia molto commovente che vi invito a leggere nel SITO dell'azienda 
Le Cantine del Notaio di Gerardo Giuratrabocchetti. 

Pappardelle fresche all'uovo con ragù di agnello.


Per preparare questo primo dal sapore deciso, ho scelto carne di agnello da tagliare a punta di coltello.

Il procedimento è abbastanza semplice e veloce, ma di grande effetto.


Gli ingredienti sono :
Carne di agnello
Cipolla bianca
Carote 
Pisellini finissimi
Funghi Champignon
Olio extravergine di oliva
Estratto concentrato di pomodoro fresco 
Vino rosso L'Atto delle Cantine del Notaio 2015 per sfumare.
sale e pepe q.b.
Pappardelle fresche all'uovo.


Tagliate la carne di agnello a punta di coltello, affettate la cipolla bianca e le carote.  In un tegame farle soffriggere. Aggiungete i pezzetti di agnello e fate sfumare con un bicchierino di Vino rosso L'Atto delle Cantine del Notaio 2015 . Aggiungete i pisellini e i funghi sale e pepe, il concentrato di pomodoro e coprite con il coperchio. Lasciate cuocere  per almeno 30 minuti poi spegnete e lasciare riposare il condimento. Lessate le pappardelle fresche all'uovo per non più di 3 minuti. A questo punto potete condire il vostro primo piatto e servire accompagnando questa portata con un bel calice di Vino rosso L'Atto delle Cantine del Notaio 2015




Ringrazio l'Azienda Cantine del Notaio per questa collaborazione

Vi invito a visitare il sito
La pagina Facebook

Questa ed altre novità vi aspettano come sempre nel mio blog
e nella mia pagina Facebook In Cucina con Violetta
Mettete tanti mi piace per rimanere sempre aggiornati sulle ultime novità
Ciao!

domenica 1 aprile 2018

Lumachine di mare alla Palermitana

Buona Pasqua a tutti!

Ciao a tutti carissimi, oggi vi propongo una nuova ricettina.
Le lumachine di mare alla palermitana.

Esattamente del genere Cyclope 
Questo è un genere di lumache di mare, marine gasteropodi molluschi della famiglia Nassariidae

Prepearazione:

Pulire bene le lumachine e lasciarle per almeno mezz'ora in acqua salata
Lessarle in abbondante acqua leggermente salata e scolarle.
Quindi lasciarle raffreddare. Preparare un trito di prezzemolo fresco, fare soffriggere aglio in olio d'oliva extravergine e spegnere nel fuoco. Aggiungere le lumachine, del pepe nero, il prezzemolo tritato e mescolare bene, quindi servire così come sono, oppure come condimento per   spaghetti al dente. Questo condimento  delizioso e profumatissimo può  variare aggiungendo un poco di polpa di pomodoro fresco.


Questa ed altre novità vi aspettano come sempre nel mio blog
e nella mia pagina Facebook In Cucina con Violetta
Mettete tanti mi piace per rimanere sempre aggiornati sulle ultime novità
Ciao!

lunedì 19 marzo 2018

Fagottini di Crepes con ragù di verdure, mostarda, provolone Valpadana e salame Cremona

Ciao a tutti
Oggi con estremo piacere preparerò una ricetta ideata da me e composta principalmente da alcuni prodotti tipici della tradizione enogastronomica Cremonese.

Ringrazio fin da subito (per avermi dato questa opportunità)  Andiamo A Tavola che da quasi quarant'anni è sempre vicina al territorio, alla realtà della provincia Cremonese, ai produttori e ai ristoratori che con la loro passione e il loro lavoro da anni, tengono alte le tradizioni e vivi i sapori della terra Cremasca, Cremonese e Casalasca. Ringrazio l'azienda ITC Fieschi, La Cascina Ca' dell'Ora e il Consorzio Provolone Valpadana

Elisabetta Sanguedolce

Fagottini di Crepes con ragù di verdure, mostarda,  provolone Valpadana e salame Cremona 




INGREDIENTI: Una zucchina genovese, mezzo peperone giallo e uno rosso, 16 steli lunghi di erba cipollina, una piccola melanzana, una cipollina media, 2 cucchiai di polpa di pomodoro, burro, olio extravergine di oliva, 5 foglie di basilico, sale,  valeriana fresca, 4 cucchiaini di Mostarda di Cremona dell'azienda ITC Fieschi, Provolone del Consorzio Tutela Provolone Valpadana, Salame Cremona dell'azienda Ca' dell'Ora.

PER LA PASTELLA: 375 ml di latte, 3 uova, 160 g di farina, 4 cucchiai di zucchero, un pizzico di sale.




  1. Preparate la pastella seguendo la ricetta base e fatela riposare. Intanto pulite le verdure, lavatele, riducetele a dadini minuti e cuocetele in una padella antiaderente con 4 cucchiai di olio e la polpa di pomodoro per 10 minuti circa; salate, aggiungete il basilico spezzettato, la Mostarda di Cremona dell'azienda ITC Fieschi e fate raffreddare.
  2. Preparate le crepes, disponete al centro di ogni crepes un cucchiaio di verdure e il Provolone a dadini, chiudete a sacchetto con i fili di erba cipollina.
  3. Disponete su un piatto alcune foglie di valeriana e componete il piatto aggiungendo un fagottino, dadini di verdure, Provolone del Consorzio Tutela Provolone Valpadana, e fette di Salame Cremona dell'azienda Ca' dell'Ora.


Vi invito a visitare i seguenti siti:

Questa ed altre novità vi aspettano come sempre nel mio blog
e nella mia pagina Facebook In Cucina con Violetta
Mettete tanti mi piace per rimanere sempre aggiornati sulle ultime novità
Ciao!

martedì 1 agosto 2017

Zucchine, germogli di soia e tofu saltati con un mix di sapori.

Ciao e benvenuti nella mia cucina.
Oggi per pranzo, ho preparato una ricetta che mi ha dato parecchia soddisfazione.


È semplice, veloce, genuina e con poche calorie. Solamente kcal 277.


amazon